Batterie di accumulo per fotovoltaico

Scegliere per il proprio sistema fotovoltaico un sistema di accumulo a batteria è importante per ottimizzare la produzione di energia elettrica e soprattutto per ridurre i consumi elettrici, sfruttando esclusivamente l’energia autoprodotta, pulita, da fonti rinnovabili e soprattutto gratuita.

L’uso di sistemi di accumulo per uso privato, residenziale o industriale, assicura nel lungo periodo vantaggi economici e gestionali:

  • Consumare l’energia accumulata presenta un chiaro vantaggio economico; minore è l’elettricità prelevata dalla rete maggiore sarà il grado di autosufficienza energetica, con conseguente riduzione dei costi di approvvigionamento. È possibile alimentare le utenze e far girare contemporaneamente il contatore del Conto Energia.
  • L’integrazione di un impianto fotovoltaico con un sistema di accumulo permette di massimizzare l’autoconsumo, immagazzinando l’energia nel momento in cui la produzione supera i consumi e prelevandola nel caso contrario. Questo permette di aumentare esponenzialmente il guadagno tramite incentivo su autoconsumo
  • In caso di interruzione della fornitura di energia elettrica, un sistema di accumulo opportunamente dimensionato garantisce la continuità di erogazione dell’energia. In caso di sospensione della fornitura energetica, un impianto fotovoltaico tradizionale viene scollegato dalla rete elettrica. Associando invece un sistema di accumulo all’impianto di produzione, quest’ultimo continua a funzionare anche durante il black-out, garantendo l’alimentazione di emergenza e prolungando la durata di backup.

 


 

Caratteristiche della nostra soluzione:

Le principali caratteristiche che devono possedere i sistemi di accumulo per gli impianti fotovoltaici sono i seguenti:

  • funzionamento continuo per garantire una costante capacità ad accumulare o erogare energia elettrica in grandi e piccole quantità
  • erogazione di corrente sufficientemente grande
  • lunga durata di vita nel funzionamento ciclico
  • bassa manutenzione e costi ridotti in esercizio

Le batterie per l’accumulo dell’energia autoprodotta con un impianto fotovoltaico, per poterla utilizzare temporalmente differita rispetto alla sua produzione, sono degli accumulatori di tipo elettrochimico e vengono prodotte con una vasta gamma di tecnologie costruttive riconducibili generalmente alle seguenti tipologie:

 

 

 

 

  • Batterie di accumulo al Nichel- cadmio (NiCd) Possibilità di carica e funzionamento anche a basse temperature Effetto memoria e bassa densità di energia.
  • Batterie di accumulo al Nichel- metallo – idruro (NiMH) la capacità doppia o tripla di un batteria NiCd di pari dimensioni e l’effetto memoria è meno significativo. Densità volumetrica di energia è minore delle batterie Li-Ion, e l’autoscarica è maggiore.
  • Batterie di accumulo al Piombo – acido (a vaso aperto, ermetici e con elettrolita in gel) sono le più diffuse, economiche e robuste. Buoni il rendimento di carica/scarica e il rapporto prestazioni/prezzo.
  • Batterie di accumulo agli Ioni di litio (li-ion) tra cui:ossido di litio-cobalto, litio-fosforo, litio-manganese, litio-ossido di nichel, litio- ferro-fosfato In continua evoluzione tecnologica per migliorarne le prestazioni, molto sicure quelle con tecnologia litio- ferro-fosfato (LiFePO4) con aggiunta di polimeri. Durata più elevata rispetto a quelle al piombo acido. Molto diffuse.

Atena soluzioni per le proprie installazioni ha deciso di adottare solamente batterie agli ioni di Litio che consentono una maggiore durata (oltre 5000 cicli pari a circa 15 anni) e che rappresentano ad oggi il futuro delle batterie dei sistemi di accumulo.


Nome e Cognome(*)

Indirizzo

Città, Provincia, CAP (*)

Indirizzo posta elettronica (*)
lascia il tuo indirizzo così potremo ricontattarti

Telefono (*)
lascia il tuo numero di telefono se vuoi essere ricontattato più rapidamente

Oggetto (*)

Messaggio
specifica su quale argomento desideri informazioni

support_center2